I cookie ci aiutano a offrirti una navigazione migliore. Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Approfondisci

La Ford trasforma l’inquinamento del CO2 in risorsa

Ford ha tutta l’intenzione di prendere il problema dell’inquinamento come fosse addirittura una risorsa. Letteralmente, Ford sta trasformando il CO2 in materia prima per l’industria.

La Ford trasforma l’inquinamento del CO2 in risorsa

mercoledì 25 maggio 2016

Roma


Ford ha tutta l’intenzione di prendere il problema dell’inquinamento come fosse addirittura una risorsa. Letteralmente, Ford sta trasformando il CO2 in materia prima per l’industria.

I ricercatori della casa automobilistica americana, in collaborazione con le università, i centri ricerca e altre aziende, sono in grado adesso di catturare l’anidride carbonica e riutilizzarla trasformandola in una schiuma densa. Con questa sostanza hanno realizzato vari componenti d’automobile, come ad esempio le imbottiture dei sedili.

Questa schiuma sostenibile è formata per almeno il 50% da polioli a base di CO2; consente ben due benefici per i produttori: da un lato quello di ridurre fortemente i costi della produzione, dall’altro quello di abbattere l’inquinamento, catturando e trasformando le emissioni nocive e riducendo l’impiego di altri derivati dal petrolio.

“Ford sta lavorando aggressivamente per abbassare l’impatto ambientale riducendo l’utilizzo di materiali plastici e schiume derivati dal petrolio – ha dichiarato Debbie Mielewski, Ford senior technical leader of sustainability – Questa tecnologia è interessante perché contribuisce a risolvere problemi apparentemente insormontabili come il cambiamento climatico. Siamo entusiasti di essere alla guida della carica alla riduzione delle emissioni di carbonio e degli effetti del cambiamento climatico”.

Il percorso che ha portato al successo è stato avviato nel 2013, insieme a diverse realtà, accademiche e del monto dell’industria; in particolare, determinante è stata la Novomer, azienda USA che commercializza prodotti a base di polioli di polipropilene carbonato, ottenuti riciclando CO2 con il marchio Converge.
In 5 anni i materiali ottenuti dalla CO2 saranno impiegati sui veicoli di serie Ford, come previsto adesso dalla casa americana.

Sono vent’anni che il marchio automobilistico lavora per ridurre l’impatto ambientale nella produzione dei suoi veicoli e già mentre scriviamo le Ford in commercio in Nord America hanno componenti realizzati con materiali molto particolari come, ad esempio, la schiuma di soia, guarnizioni degli specchietti ottenute da pneumatici riciclati e soia.

“Alla Ford, stiamo sviluppando in modo aggressivo modi nuovi e più sostenibili per la produzione di prodotti di alta qualità, con un occhio verso l’obiettivo di preservare e migliorare il nostro mondo”, conclude Mielewski.

 

Archivio eventi

21/04/2017

Rimedi per il mal d'auto? Ci pensa Ford

La casa automobilistica americana sta studiando le cause del mal d'auto con l'obiettivo di trovare rimedi efficaci e costruire, in futuro, vetture che possano contribuire ad attenuare questo fenomeno


12/04/2017

Una Ford ibrida “a prova di inseguimento” in dotazione alla polizia americana

Tra pochi mesi Ford consegnerà le prime flotte alla polizia di New York e Los Angeles: questo progetto conferma la volontà dell'Ovale Blu di “elettrificare” i suoi modelli che, tra non molto, arriveranno anche in Europa


06/04/2017

I migliori tecnici del mese di marzo 2017

Anche per il mese di marzo 2017 la direzione del gruppo Carpoint ha deciso di premiare tre tecnici delle officine che si sono particolarmente distinti per impegno e professionalità. Scopriamo chi sono:


28/03/2017

29 anni di Ford: intervista a Giovanni Bevilacqua

In ogni azienda che si rispetti ci sono delle persone insostituibili che, al di là del ruolo e delle mansioni ricoperte, si distinguono per la loro personalità e per quella capacità di trasmettere ottimismo anche nei momenti più intensi di una giornata lavorativa. Una di queste persone è Giovanni Bevilacqua, approdato in Carpoint negli anni 90


21/03/2017

Sei motivi per scegliere l'usato Ford Approved

Pochi mesi fa, l'Ovale Blu ha introdotto un nuovo processo di gestione e certificazione dell'usato, che prende il nome di "Ford Approved". Si tratta di un progetto volto ad attestare l'intero "ciclo di vita" delle vetture, con l'obiettivo di certificare ai clienti un usato di qualità che duri nel tempo. Di seguito, elenchiamo sei motivi per scegliere l'usato Ford Approved in Carpoint