I cookie ci aiutano a offrirti una navigazione migliore. Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Approfondisci
Chiama il numero verde gratuito Numero verde gratuito per assistenza e ricambi

Scopri novità Ford ed eventi Carpoint

Collaborative Parking, la soluzione di Ford per la ricerca del parcheggio in città

Il progetto è ancora in fase sperimentale e solo tra qualche mese potranno essere raccolti i primi feedback

Collaborative Parking, la soluzione di Ford per la ricerca del parcheggio in città

venerdì 30 marzo 2018


Si chiama Collaborative Parking e nasce con un obiettivo molto preciso: agevolare gli automobilisti nella ricerca di posti liberi in città o all'interno delle vaste aree di parcheggio, anche quelle disposte su più livelli. L'idea nasce da uno studio condotto dagli analisti di Ford nel Regno Unito: è stato calcolato che gli automobilisti trascorrono mediamente più di un giorno all'anno nella ricerca di parcheggi liberi. Oltre al tempo “sprecato”, si aggiunge lo stress che, come è noto, può essere causa di nervosismo e di incidenti più o meno gravi.

Come funziona la tecnologia Collaborative Parking: attraverso una mappa “crowd-sourced” l'automobilista può individuare facilmente il parcheggio libero più vicino, evitando di girare a vuoto. La mappa si aggiorna costantemente attraverso i sensori di parcheggio delle auto che utilizzano il sistema. "Comprendiamo bene quanto tempo vada sprecato e quanto stress siano causati dalla ricerca continua di parcheggi, in città", ha dichiarato Christian Ress, Supervisor, Automated Driving Europe, Ford Research e Advanced Engineering. "L'intento della nostra sperimentazione è quello di restituire quel tempo ai conducenti, aiutandoli a godersi i momenti trascorsi in automobile affinché siano più felici e più efficienti".

Non è la prima volta che Ford sperimenta nuove soluzioni per migliorare la mobilità: alcuni mesi fa, la casa automobilistica ha contribuito alla realizzazione del Emergency Vehicle Warning, dispositivo capace di avvisare gli automobilisti sulla localizzazione e la distanza di un veicolo di soccorso in arrivo, permettendogli di accostarsi sulla strada in modo più sicuro e aiutare polizia, ambulanze e vigili del fuoco a raggiungere più rapidamente le destinazioni dell’intervento di soccorso.

 

Archivio eventi

21/04/2017

Rimedi per il mal d'auto? Ci pensa Ford

La casa automobilistica americana sta studiando le cause del mal d'auto con l'obiettivo di trovare rimedi efficaci e costruire, in futuro, vetture che possano contribuire ad attenuare questo fenomeno


12/04/2017

Una Ford ibrida “a prova di inseguimento” in dotazione alla polizia americana

Tra pochi mesi Ford consegnerà le prime flotte alla polizia di New York e Los Angeles: questo progetto conferma la volontà dell'Ovale Blu di “elettrificare” i suoi modelli che, tra non molto, arriveranno anche in Europa


06/04/2017

I migliori tecnici del mese di marzo 2017

Anche per il mese di marzo 2017 la direzione del gruppo Carpoint ha deciso di premiare tre tecnici delle officine che si sono particolarmente distinti per impegno e professionalità. Scopriamo chi sono:


28/03/2017

29 anni di Ford: intervista a Giovanni Bevilacqua

In ogni azienda che si rispetti ci sono delle persone insostituibili che, al di là del ruolo e delle mansioni ricoperte, si distinguono per la loro personalità e per quella capacità di trasmettere ottimismo anche nei momenti più intensi di una giornata lavorativa. Una di queste persone è Giovanni Bevilacqua, approdato in Carpoint negli anni 90


21/03/2017

Sei motivi per scegliere l'usato Ford Approved

Pochi mesi fa, l'Ovale Blu ha introdotto un nuovo processo di gestione e certificazione dell'usato, che prende il nome di "Ford Approved". Si tratta di un progetto volto ad attestare l'intero "ciclo di vita" delle vetture, con l'obiettivo di garantire ai clienti un usato di qualità che duri nel tempo. Di seguito, elenchiamo sei motivi per scegliere l'usato Ford Approved in Carpoint