I cookie ci aiutano a offrirti una navigazione migliore. Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Approfondisci
Chiama il numero verde gratuito Numero verde gratuito per assistenza e ricambi

Un sistema “anti-buche” progettato da Ford per mappare le strade dissestate

Le buche presenti sul manto stradale sono tra le principali cause di incidenti in Europa: una vera e propria piaga, sopratutto per gli automobilisti italiani che ogni anno sono costretti a spendere ingenti somme di denaro per riparare le auto danneggiate a causa delle strade dissestate. A tal proposito, gli ingeneri della casa automobilistica americana stanno mettendo a punto una tecnologia che consentirà di mappare i percorsi più insidiosi e di inviare un alert al conducente

Un sistema “anti-buche” progettato da Ford per mappare le strade dissestate


Gli automobilisti romani sanno bene quanto costi - in termini di stress e denaro - guidare sulle strade della capitale che, a causa di intemperie e lavori fatti male, presentano un manto pieno di buche e dislivelli. Ad onor del vero, è doveroso precisare che quello delle strade dissetate è un problema comune a molte nazioni europee: basta pensare che nel 2011 sono state segnalate oltre 20 milioni di buche. Di queste, solo la metà sono state ripristinate con un costo stimato oltre 1,2 milioni di euro.

A tal proposito gli ingegneri di Ford stanno mettendo a punto una mappa virtuale di segnalazione delle buche - basata sul crowd-sourcing tra automobilisti - che mostrerà in tempo reale sul computer di bordo delle auto le condizioni del manto stradale, localizzando con precisione le buche e suggerendo, se necessario, eventuali percorsi alternativi.

La tecnologia di mappatura virtuale delle buche potrebbe segnalarne immediatamente la presenza al conducente e subito dopo diffondere l’alert, sull’imminente insidia stradale, agli altri automobilisti alla guida”, ha spiegato Uwe Hoffmann, Research Engineer, Advanced Chassis Control Technologies, Ford Europa. “Le nostre auto sono già dotate di sensori che rilevano la presenza di buche e adesso ci stiamo muovendo per raggiungere un ulteriore livello di efficacia per questa tecnologia”.

Presso il centro di Ricerca e innovazione Ford di Aachen, in Germania, gli ingeneri dell'Ovale Bli stanno testando l'uso di telecamere e modem da integrare a bordo dei veicoli per raccogliere informazioni precise sulle condizioni del manto stradale da condividere in tempo reale con altri automobilisti.

I nuovi modelli dotati di tecnologie “anti-buche” vengono testati in Belgio presso il Proving Ground di Lommel, un percorso lungo circa 1,9 chilometri dove sono state riprodotte alcune delle peggiori buche al mondo.

Archivio eventi

22/05/2018

Anche ad aprile 2018 il Noleggio a lungo termine ha registrato una crescita importante

La rivoluzione sembra ormai iniziata: il noleggio a lungo termine continua la sua scalata verso l'alto grazie anche al contributo dei privati e alla diffusione delle auto ibride ed elettriche


14/05/2018

Noleggio a lungo termine: l'Italia è divisa in due

Secondo uno studio realizzato da Quintegia, il 50% degli italiani sembrerebbe ormai interessato alla formula di noleggio a lungo termine. I dettagli della ricerca saranno presentati a Verona in occasione del Dealer Day 2018


03/05/2018

Educare oggi gli automobilisti di domani 2018

Per il V° anno consecutivo CARPOINT S.P.A in collaborazione con ARVU EUROPEA POLIZIE LOCALI e “S.I.C.E.S. PARCO SCUOLA DEL TRAFFICO DI ROMA” organizza la giornata “EDUCARE OGGI GLI AUTOMOBILISTI DI DOMANI”.


30/03/2018

Collaborative Parking, la soluzione di Ford per la ricerca del parcheggio in città

Il progetto è ancora in fase sperimentale e solo tra qualche mese potranno essere raccolti i primi feedback


17/10/2017

La Ford Mustang non è mai stata così silenziosa

Il nuovo sistema sviluppato da Ford, consentirà di regolare e programmare il "suond del motore" in modo da non infastidire i vicini di casa durante le fasce orarie più delicate