I cookie ci aiutano a offrirti una navigazione migliore. Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Approfondisci

Un sistema “anti-buche” progettato da Ford per mappare le strade dissestate

Le buche presenti sul manto stradale sono tra le principali cause di incidenti in Europa: una vera e propria piaga, sopratutto per gli automobilisti italiani che ogni anno sono costretti a spendere ingenti somme di denaro per riparare le auto danneggiate a causa delle strade dissestate. A tal proposito, gli ingeneri della casa automobilistica americana stanno mettendo a punto una tecnologia che consentirà di mappare i percorsi più insidiosi e di inviare un alert al conducente

Un sistema “anti-buche” progettato da Ford per mappare le strade dissestate


Gli automobilisti romani sanno bene quanto costi - in termini di stress e denaro - guidare sulle strade della capitale che, a causa di intemperie e lavori fatti male, presentano un manto pieno di buche e dislivelli. Ad onor del vero, è doveroso precisare che quello delle strade dissetate è un problema comune a molte nazioni europee: basta pensare che nel 2011 sono state segnalate oltre 20 milioni di buche. Di queste, solo la metà sono state ripristinate con un costo stimato oltre 1,2 milioni di euro.

A tal proposito gli ingegneri di Ford stanno mettendo a punto una mappa virtuale di segnalazione delle buche - basata sul crowd-sourcing tra automobilisti - che mostrerà in tempo reale sul computer di bordo delle auto le condizioni del manto stradale, localizzando con precisione le buche e suggerendo, se necessario, eventuali percorsi alternativi.

La tecnologia di mappatura virtuale delle buche potrebbe segnalarne immediatamente la presenza al conducente e subito dopo diffondere l’alert, sull’imminente insidia stradale, agli altri automobilisti alla guida”, ha spiegato Uwe Hoffmann, Research Engineer, Advanced Chassis Control Technologies, Ford Europa. “Le nostre auto sono già dotate di sensori che rilevano la presenza di buche e adesso ci stiamo muovendo per raggiungere un ulteriore livello di efficacia per questa tecnologia”.

Presso il centro di Ricerca e innovazione Ford di Aachen, in Germania, gli ingeneri dell'Ovale Bli stanno testando l'uso di telecamere e modem da integrare a bordo dei veicoli per raccogliere informazioni precise sulle condizioni del manto stradale da condividere in tempo reale con altri automobilisti.

I nuovi modelli dotati di tecnologie “anti-buche” vengono testati in Belgio presso il Proving Ground di Lommel, un percorso lungo circa 1,9 chilometri dove sono state riprodotte alcune delle peggiori buche al mondo.

Archivio eventi

03/05/2019

Ford utilizza i Big Data per identificare i luoghi migliori dove installare le colonnine di ricarica per le auto elettriche

Una studio condotto dai ricercatori Ford dimostra che è possibile utilizzare i Big Data per ottimizzare le risorse da investire nell'installazione di colonnine per la ricarica delle auto elettriche


16/04/2019

Ford avvia il processo di elettrificazione della gamma. In arrivo 16 modelli Hybrid

Al fine di identificare immediatamente il tema dell'evento è stato scelto il claim “Go Electric” attraverso cui la casa automobilistica ha voluto mettere in chiaro, fin da subito, la sua “vision” per il futuro della mobilità.


19/03/2019

“Ford Sleep Suit”, la tuta che simula gli effetti dei colpi di sonno quando si è alla guida

La stanchezza è tra le principali cause di incidenti stradali. Per sensibilizzare gli automobilisti sull'argomento, Ford ha realizzato un dispositivo che consente di simulare gli effetti dei colpi di sonno durante la guida.


07/01/2019

Si è concluso ieri il 2° RADUNO “Mustang Family Day” che ha visto la partecipazione di Carpoint

Carpoint ha partecipato al 2° Raduno “Mustang Family Day” che quest'anno si è chiuso con uno speciale omaggio ai Bambini dell'Ospedale Bambin Gesù


13/12/2018

Veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio: la partnership tra Ford e Walmart

Continua l'impegno di Ford nella ricerca delle potenzialità legate alle auto a guida autonoma. L'accordo con Walmart per le consegne a domicilio rappresenta un altro step nell'impiego di questi veicoli nella vita quotidiana